Per Le Cicatrici Da Acne

Si possono eliminare i brufoli LA SCIENZA DELLACNE

Che sia il primo giorno di scuola, un colloquio di lavoro o il giorno del tuo matrimonio i brufoli saltano sempre fuori nei momenti peggiori. Perché si verificano e come sbarazzarseneé Il termine quot;poroquot;, è l'alternativa di quot;follicolo piliferoquot;, ed il tuo corpo, ne è ricoperto! Il follicolo è una ghiandola che produce una sostanza oleosa chiamata sebo, che mantiene i idratati capelli ed il corpo. Ma se il follicolo pilifero si ostruisce con la la pelle morta e gli oli, si crea un blocco. Il sebo continua ad essere prodotto ma è intrappolato all'interno del follicolo, che così si allarga. Qui. entrano in gioco i batteri che si nutrono di pelle morta e sebo, e che possono portare,.

Purtroppo, infezioni. Il sistema immunitario risponde inviando sangue in zona, dando l'apparenza di rossore e l'infiammazione. E qui arrivano anche i globuli bianchi per pulire l'infezione. I globuli bianchi morti, combinati con la pelle morta e sebo, creano il pus che riempe il brufolo. Se il blocco è sotto la pelle, si crea un bernoccolo bianco noto come quot;punto biancoquot;, se invece il blocco è nero e sopra la pelle, è noto come un quot;punto neroquot;. Questo è il risultato della melanina presente nelle cellule morte che reagisce con l'ossigeno e che crea del colore nero tranquilli, non è sporco!.

Questo perché la melanina delle cellule morte reagisce con l'ossigeno, creando un colore nero che non è sporco. Abbiamo più brufoli da adolescenti a causa della maggiore quantità di ormoni androgeni, come il testosterone agli inizi della pubertà. Il testosterone crea una sovrapproduzione di sebo, aumentando l'incidenza di blocchi. Ma i brufoli possono verificarsi in qualsiasi momento spesso per stress. Il cortisolo, l'ormone dello stress, aumenta la quantità di infiammazione nel corpo (di conseguenza, più punti rossi sulla faccia), e può indebolire il sistema immunitario, ciò significa che il tuo corpo non può combattere i batteri che causano l'acne.

Quindi, come combattere i brufolié Di solito è sufficiente lavare il viso, per eliminare l'olio in eccesso e prevenire il blocco dei pori e, occasionalmente, un esfoliante può aiutare a rimuovere la pelle morta, anche se l'acne non sempre si elimina così. E' importante ricordare che la dieta e la pulizia contano poco, il tutto dipende dalla genetica e dagli ormoni. Esistono diversi farmaci come il perossido di benzoile che uccide i batteri che causano l'acne, acido salicilico che aiuta a rimuovere i blocchi di pelle morta, retinoidi che riducono la produzione di sebo ed altri ancora;.

Anche se alcuni farmaci possono avere gravi effetti collaterali. Nelle donne è diffuso l'uso di contraccettivi orali, che diminuiscono la produzione delle ovaie di ormoni androgeni e di sebo. In questi casi, consultare un medico è sempre la cosa migliore. Ma all'orizzonte potrebbero esserci nuove terapie e cure grazie alla scienza! Studiando gli individui privi di l'acne, gli scienziati hanno notato qualcosa. anche loro hanno i batteri che causano l'acne sulla pelle, ma si tratta di un ceppo diverso. Quindi, con lo stesso tipo di batteri ma con diversi geni si ha una pelle più sana. Le future terapie potrebbero essere più mirate.

A livello batterico, in modo da curare i brufoli senza alterare la microbiotica della pelle. Se hai una domanda a cui vuoi una risposta, scrivila nei commenti oppure su facebook, twitter o google plus, e non scordare di iscriverti al canale, per vedere gli altri tutorial, di scienziati subito!.

How do scars form Sarthak Sinha

Ricordate quando cadevate dalla bicicletta o urtavate contro uno spigoloé Le ferite dell'infanzia sono cose che spesso vorremmo dimenticare ma il corpo ne porta spesso il ricordo sotto forma di cicatrici. Cosa sono quindi questi brutti ricordi e perché li teniamo così a lungo dopo quella sgradita visita al pronto soccorsoé Le cicatrici, più comunemente, si trovano sulla pelle, una macchia leggermente diversa dalla pelle che sta intorno. Spesso è considerata un brutto sfregio,.

Mentre altre volte la scarificazione viene usata volutamente sia in culture tradizionali che moderne, per segnare un diritto di passaggio o semplicemente per fini estetici. La differenza però non è solo estetica. Se guardiamo un tessuto sano al microscopio vediamo le cellule che eseguono varie funzioni unite da una matrice extracellulare o MEC. È composta da proteine strutturali quali il collagene,.

Secreto dalle cellule fibroplastiche. Una MEC ben organizzata permette il trasporto dei nutrienti, la comunicazione intercellulare e l'adesione cellulare. Con una ferita profonda però, questo meccanismo s'interrompe. Nel processo di guarigione, il collagene viene depositato sulla parte ferita, ma invece della tipica forma reticolare presente nel tessuto sano la nuova MEC viene allineata in una singola direzione, impedendo i processi intercellulari e riducendo tenuta ed elasticità.

A peggiorare le cose, il nuovo tessuto contiene una percentuale di MEC più elevata di prima riducendo così le sue funzioni generali. La presenza di eccessivo collagene interferisce con le sue funzioni iniziali, come la produzione di sudore, il controllo della temperatura e persino la crescita di capelli. La cicatrice è fragile, sensibile ai cambi di temperatura e percezione,.

E va tenuta in un ambiente umido per massimizzare la guarigione In un organo la presenza eccessiva di tessuto connettivo fibroso è conosciuta come fibrosi, e se questo termine è conosciuto, è perché la pelle non è l'unico organo vulnerabile alla cicatrizzazione La fibrosi cistica è una malattia genetica che causa cicatrici nel pancreas, mentre la fibrosi polmonare è il processo di cicatrizzazione dei polmoni, che porta alla mancanza di respiro. La cicatrizzazione del cuore con formazione della MEC dopo un infarto.

Può inibire il suo battito, portando poi ad altri problemi cardiaci. In comune in tutto questo vi è il mantenimento delle funzioni originarie il tessuto della cicatrice formatosi dopo una ferita è inferiore al tessuto originario che sostituisce. Tuttavia c'è speranza. I ricercatori stanno studiando cosa porta i fibroplasti a secernere una quantità eccessiva di collagene.

E come riuscire a reclutare le altre cellule del corpo al fine di rigenerare e ripopolare il tessuto danneggiato. Gestendo meglio la guarigione della ferita e la formazione della cicatrice potremmo usare gli ingenti finanziamenti destinati allo studio delle conseguenze delle ferite in maniera più efficace, e aiutare così milioni di persone a vivere meglio e in maniera più sana. Ma fino ad allora, alcune nostre ferite.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Leave a Reply