Cure Per Acne Giovanile

Pulizia del Viso FAI DA TE in 8 Step Spink Makeup Hair

Ciao a tutti, oggi pulizia del viso in 8 step allora, come primo passaggio andiamo a detergere il viso prima vado a mettere questa cuffietta di tiger super carina, così i capelli stanno a posto e poi vado a detergere il viso con questo sapone, schiuma della HOLIKA HOLIKA ed è della stessa linea del trattamento naso di maiale.

Per eliminare i punti neri che vi ho fatto vedere qualche tutorial fa e l'importante, insomma, è detergere il viso potete usare anche il latte detergente, o qualsiasi detergente e poi secondo passaggio andiamo a tonificare vado a passare il tonico direttamente sul viso terzo passaggio, andiamo a esfoliare a fare uno scrub, potete fare un scrub fai da te.

Oppure fare uno scrub già fatto io vado a passare questo qua della pig nose e lo vado a massaggiare bene sul viso soprattutto sulle zone più critiche dove, magari, ho più punti neri se volete qualche ricetta per fare degli scrub viso fai da te scrivetemelo nei commenti o fate un pollice in su così insomma ne farò qualcuna.

Poi una volta sciacquato il viso già la pelle apparirà, a questo punto, super liscia e morbida ma non abbiamo finito! adesso andiamo a fare la parte che mi preoccupa di più che è la vaporizzazione perché non sopporto di stare a contatto col vapore quindi vado a fare bollire una pentola d'acqua e una volta ad ebollizione, aggiungo un po' di bicarbonato.

A questo punto vado a mettere il viso direttamente a contatto col vapore sarebbe meglio mettere anche un asciugamano sopra la testa, in modo da essere, insomma, proprio più a contatto col vapore comunque si riesce bene anche senza asciugamano poi, quinto passaggio andiamo a strizzare.

Qua, diciamo è a vostra scelta, potete a questo punto andare a strizzare i punti neri mi raccomando, con le mani pulite usate magari anche dei cotoncini ecco, se non siete pratiche evitate di strizzarvi i punti neri da sole perché magari possono venirvi le cicatrici altrimenti, a questo punto, potete usare.

Dei cerottini, quelli per rimuovere i punti neri okay, andiamo di nuovo a ritonificare viso quindi il passaggio 2 diventa anche il passaggio 6 e quindi vado a rimettere il tonico bene sul viso con le mani, e questo servirà, invece, a stringere i pori e a rinfrescare bene il nostro viso a questo punto potete fare una maschera potete fare una maschera fai da te.

Medicina EsteticaBiostimolazioneBiorivitalizzazioneRingiovanimento VisoColloMani

Nei centri di medicina e chirurgia estetica “Raffaele Siniscalco� è possibile eseguire ogni tipo di trattamento per il viso e il corpo, con un' attenzione speciale alle tecniche “no bisturi� che garantiscono il raggiungimento degli stessi risultati promessi dagli interventi chirurgici senza però entrare in sala operatoria e quindi senza dover subire gli effetti traumatici del bisturi e dell'anestesia. La biostimolazione, chiamata anche biorivitalizzazione, pur essendo tra le prime tecniche utilizzate già agli albori della medicina estetica, viene considerata una delle tendenze emergenti in questo settore.

Viene maggiormente impiegata per la cura e il ringiovanimento del viso, del collo, del decollète e delle mani in quanto, attraverso la ricostruzioneriorganizzazione della struttura interna della pelle, aiuta a mantenere, e quando serve anche a recuperare, la giovinezza. Attraverso questo processo miniinvasivo viene contrastata l'azione deleteria dei radicali liberi e quindi si ottiene una migliore elasticità e turgore del tessuto cutaneo e un aumento della tonicità della pelle; per questo motivo la cute, essendo idratata in profondità dalla biostimolazione, recupera quell'aspetto giovanile così tanto ambito dalla maggior parte del genere umano.

Altamente consigliata nei periodi di particolare stress o nel cambio di stagione è indicata anche in tutti quei casi di rilassamento dei tessuti, di cute secca, ipotonica od opaca, soprattutto dopo un'intensa e prolungata esposizione ai raggi solari ma anche per correggere le rughe più sottili. E' consigliata anche per contrastare i segni d'invecchiamento dell'area perioculare e palpebrale, quindi per la palpebra superiore e inferiore, che vengono trattati con antiossidanti, bioflavonoidi, polifenoli, aminoacidi e peptidi. Fondamentalmente attraverso questa tecnica sono tre gli effetti che si ottengono e cioè.

Un'idratazione profonda, la stimolazione di produzione del collagene e l'azione anti radicali liberi. La biostimolazione consiste nell'iniettare, tramite un ago sottilissimo e assolutamente indolore, un cocktail di principi attivi finalizzati alla stimolazione dei fibroblasti, cioè quelle cellule deputate alla produzione di collagene ed elastina; questo fattore farà sì che la cute verrà idratata dall'interno e quindi l'effetto sarà maggiore e più consistente. Le sostanze che maggiormente vengono utilizzate sono le vitamine, i sali minerali, gli oligoelementi, gli antiossidanti, gli aminoacidi ma anche l'acido ialuronico.

La durata totale dell'intervento non supera mai i 20 minuti e subito dopo è possibile riprendere la vita di sempre; di solito si effettua una seduta ogni 1 2 settimane, a seconda del caso, per 4 6 sedute per poi continuare con una di mantenimento al mese. Anche se il protocollo cambia a seconda dell'età anagrafica, ma soprattutto da quella biologica della cute, la biostimolazione è assolutamente indolore e non lascia nessun segno sulle aree trattate ma non può essere effettuata su pelli in cui siano presenti infezioni o processi infiammatori come acne attiva o herpes ma anche in quei casi di accertata ipersensibilità alle sostanze impiegate.

Nei centri di medicina e chirurgia estetica “Raffaele Siniscalco� è possibile eseguire ogni tipo di trattamento per il viso e il corpo, con un' attenzione speciale alle tecniche “no bisturi� che garantiscono il raggiungimento degli stessi risultati promessi dagli interventi chirurgici senza però entrare in sala operatoria e quindi senza dover subire gli effetti traumatici del bisturi e dell'anestesia. La biostimolazione, chiamata anche biorivitalizzazione, pur essendo tra le prime tecniche utilizzate già agli albori della medicina estetica, viene considerata una delle tendenze emergenti in questo settore. Viene maggiormente impiegata per la cura e il ringiovanimento del viso, del collo, del decollète e delle mani in.

Quanto, attraverso la ricostruzioneriorganizzazione della struttura interna della pelle, aiuta a mantenere, e quando serve anche a recuperare, la giovinezza. Attraverso questo processo miniinvasivo viene contrastata l'azione deleteria dei radicali liberi e quindi si ottiene una migliore elasticità e turgore del tessuto cutaneo e un aumento della tonicità della pelle; per questo motivo la cute, essendo idratata in profondità dalla biostimolazione, recupera quell'aspetto giovanile così tanto ambito dalla maggior parte del genere umano. Altamente consigliata nei periodi di particolare stress o nel cambio di stagione è indicata anche in tutti quei casi di rilassamento dei tessuti, di cute secca, ipotonica od opaca,.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Leave a Reply